venerdì 23 febbraio 2018

I primi amori scolastici


Per voi cos'è l’amore?

Per noi è un misto di emozioni che provengono dalla cosa più importante che c’è… il cuore .
Grazie al cuore possiamo vivere, emozionarci, innamorarci!
Sapete una cosa?
L’amore non vale solo per gli adulti.
Non è un optional…Vale per tutte le età.
Perché vi potete fidanzare solo voi adulti?
E quando ci fidanziamo noi perché dite che è solo un nostro “amichetto”?
Leggendo questo post, nella vostra mente starete pensando: -ma siete troppo piccoli!- Ma  per noi non è cosi’.
Ma diciamola tutta:-I RAGAZZI SONO UN PO’ STRANI!-
Prima ti chiedono di mettersi insieme a loro, poi c’è… chi è troppo geloso, chi ti tratta da principessa, chi ti regala dei fiori quando non è nè San Valentino nè il tuo compleanno o il nostro mesiversario... insomma fanno un po’ come gli pare!
Ma lo fanno per noi!
E diciamocela tutta, anche noi ragazze abbiamo dei difetti, ma anche degli amori.


Qui alla Villari ci sono dei ragazzi creati da Dio…
STUPENDIIIIII!
Abbiamo esageratoooooo
Ilaria e Chiara

Educazione fisica a scuola




L’educazione fisica per noi alle elementari era solo un gioco…un miraggio ma ora che siamo arrivati in prima media abbiamo scoperto che è una vera materia.
In questa ora ci divertiamo molto, ma prima del divertimento c’è l’allenamento: facciamo degli addominali, che nessuno riesce mai a fare fino in fondo, la corsetta sul posto e dei piegamenti.
E poi inizia il divertimento: giochiamo a palla rilanciata, palla prigioniera e, alcune volte, a calcio.
Quando siamo fuori, invece, ci divertiamo a fare le diagonali che consistono nel correre in diagonale facendo corse diverse come quella a ginocchia alta o skip.
La nostra palestra è grande quanto questa:

All’interno ci sono delle spalliere dove ci attacchiamo come scimmie e dondoliamo, poi ci sono 2 canestri e attrezzi vari che usiamo quasi sempre.
Insomma la nostra palestra ci piace così come è, ma purtroppo è spesso bagnata quando piove.
 Però ci sarebbe una cosa che vorremmo cambiare: quella che la nostra insegnante di corpo e movimento non se ne vada in pensione, ma che resti con noi..

Siria P., Micol, Eleonora


Il nostro stile



Sapete come è il nostro stile? Bhe, a questa età è un pò traballante perché andiamo dietro le mode di oggi. I nostri genitori non sono molto d’accordo con noi, ma cercano in ogni modo sempre di accontentarci, poveri loro.

Ma che cos’è per noi lo stile? Noi un po’ lo sappiamo ma un’altra parte ci dice di non saperlo esattamente. Ognuno di noi ha un proprio stile ed è questa la cosa migliore.

Tanti anni fa il modo di vestire era tutto un po' troppo uguale, invece adesso abbiamo la possibilità di scegliere ognuno ciò che vuole e che più gli piace.
Che stile ha Cristina? Io non lo so ma ve lo dirà lei. Io ho uno stile sportivo perché indosso quasi sempre cose comode e un paio di scarpe da ginnastica, invece nei casi delle occasioni particolari, l’eleganza si fa sentire.
Che stile ha Giulia? Io non lo so ma ve lo dirà lei. Io ho uno stile veramente strano, non perchè mi vesto da pazza ma perché sono un pochino sportiva come Cristina ma anche molto elegante perché io, quando mi vesto anche per andare a scuola, devo mettere non sempre qualcosa di elegante ma qualcosa che mi fa essere particolarmente me stessa.

                                                 Cristina e Giulia










Essere se stessi


Cos'è l'essere noi stessi?
Se anche voi avete iniziato quest’anno le scuole medie come noi, saprete quanto è difficile essere se stessi!


Tutti a scuola hanno paura del giudizio degli altri e cambiano il loro stile e il modo di fare per seguire la moda e essere uguali alla massa. A noi non piace proprio questo modo di fare… e a voi?
È vero, anche noi a volte ci lasciamo trasportare dagli altri, solo per paura di essere giudicate e non piacere a loro. Essere se stessi non significa essere diversi ma essere originali e belli a modo proprio!
E non pensate che i social non ci influenzino…eccome, accipicchia!  Per tutti la ragazza perfetta deve essere alta, magra e senza cervello … e non dimentichiamolo: vestita firmata J .

Ma in fondo, noi siamo quel che siamo e che ci importa dei giudizi altrui??

Sophy e Sara

Mai più soli....


BUL-LI-SMOCHE BRUTTA PAROLA!!!


A sentire questa parola, ci piange il cuore.
Ma in realtà, che cosa è veramente il bullismo?
Si verifica soprattutto tra dagli 11 ai 17 anni, e inizia a scuola, prendendo in giro, picchiando e disprezzando una persona, continua sul web e infine si conclude qualche volta addirittura con il suicidio. Il bullo ricatta la povera persona vittima innocente, la prima cosa che dice è: “Non dire niente ai tuoi genitori, oppure ti meniamo!” Ecco cos’è veramente il bullismo.

Ma ora passiamo al cyber bullismo, che è assai peggio di quello dal vivo. Di questi tempi ne sentiamo parlare molto, anzi TROPPO. Si verifica quando il bullo scrive sui social network cose bruttissime sulla persona bullizzata, visibili a tutti, finendo con farla tornare a casa disperata.
Un consiglio che ci sentiamo di dare a chi subisce queste vere e proprie “Torture”, è quello di non buttarsi giù, ma piuttosto di rispondere con tono facendosi rispettare, circondandosi di amici che ti stiano accanto e di adulti che ti possano difendere.
Per noi quello del bullismo è il pensiero più brutto che percorre la nostra adolescenza.

Speriamo che in futuro tutto ciò non esisterà più e nessuno possa sentirsi indifeso e solo e offeso.
   
                GRETA & SIRIA

giovedì 8 febbraio 2018

.......per noi l'amicizia


L’amicizia…cos’è: un gioco, uno scherzo, una barzelletta…?
No, è l’amore che c’è tra noi.
Forse per gli altri è una cosa stupida ma per noi no!
I veri amici chi sono? Sono quelli che ci sono sempre per tutti…ma aspettate…..esistono i VERI AMICI? Si, certo che esistono ma sono “VERAMENTE POCHI”.

Noi non capiamo certe volte chi si fa chiamare vero amico, qualche volta alla fine è proprio lui, che in qualche modo ti rovina la vita, proprio quello che tu ami veramente.
A noi piange veramente il cuore a pensare a chi sfrutta i “migliori amici” che diversamente li considerano.
Voi, se foste al loro posto, come reagireste? Bèh…a questa domanda potrebbe essere facile rispondere ma allo stesso tempo difficile…ad esempio, noi non credo saremmo in grado di fare queste cattiverie, non solo ai nostri migliori amici, ma anche ai nostri semplici amici.
Eleonora e Siria T.

Che cos’è l’amicizia? Chi sono i veri amici?
I veri amici sono coloro che ti accettano per quello che sei ma non per quello che hai. I veri amici sanno mantenere i segreti e non li rivelano prendendoti in giro.

Nella nostra fase di adolescenza ci sono molti amici non veri che ti cercano solo perché sei il più fico e poi, quando hai bisogno di loro, non ci sono mai; quando gli confidi un segreto lo dicono a tutti e parlano male di te alle tue spalle. 
Si deve stare attenti a queste finte amicizie, anche di questi tempi, con i social che impazzano. Perché gli amici possono fare e postare delle foto imbarazzanti su di te sui socia, e alcune persone si uccidono per queste offese, o comunque altre volte si sta molto male per tantissimi giorni.  

Purtroppo ci sono anche casi di bullismo nelle scuole e fuori, in questo caso come non affidarsi ad un amico vero o a i genitori, anche se ti danno dell’ infame.
Attenti!!!!

Simone e Damiano

Interrogazioni? .........Preferisco seppellirmi!



Voi come vi sentite durante le interrogazioni? Noi proprio nel panico.Ci iniziano a sudare le mani,e in meno di un secondo, le farfalle vengono a far visita alla nostra pancia.

Pensate che a volte ci riduciamo a nasconderci dietro i nostri compagni, o a fare una buffa barriera con gli astucci.
E come se non bastasse, fingiamo di dover andare al bagno, oppure in casi estremi, ci facciamo venire dei dolori alla pancia per farci portare a casa.
Ma indaghiamo fino in fondo!
Le volete sapere le nostre emozioni?
Ansia da prestazione o come diciamo noi ragazzi “sudarella”.
Voi come fate a sopravvivere quando non sapete cosa rispondere a una delle tante domande dei prof.?
Beh, noi iniziamo a balbettare, pronunciamo termini inconcepibili di cui non sappiamo neanche noi il significato.
Quando i prof leggeranno questo post per il blog…mmmmmh…Chissà cosa diranno, di sicuro non ne saranno felici……
Chiara e Licia